Hanno aperto le gabbie – Attenti a LO ZOO di Marilù

23 Giu

Titolo del Libro: Lo zoo Autore :  Marilù Oliva Editore: Elliot Collana: Scatti  Data di Pubblicazione:  Luglio '2015Genere: LETTERATURA ITALIANA: TESTI ISBN-10: 8861929044ISBN-13: 9788861929043Una masseria blindata come Fort Knox, una vecchia contessa, ormai settantenne e una vicenda che trascende dalla classificazione di genere. Un po’ giallo un po’ horror, con una puntina di noir. Clotilde, meravigliosa creatura che proprio non riesce ad accettare il tempo che passa, e a darle una mano il chirurgo plastico, di non chiarissima fama,  Cristoforo Tommaseo, che ne è diventato l’amante oltre che il restauratore. Condividono un segreto con poche altre persone, pagate profumatamente per obbedire alle severissime regole imposte dalla contessa. La masseria nel Salento ospita uno zoo particolare, non sono animali a riempire le 7 gabbie, ma uomini, quelli che una volta si trovavano nei circhi. Quelli che se fossero nelle nostre città sarebbero semplicemente dei disabili, dei diversi. Non ci va leggera Marilù Oliva, insegnante scrittrice blogger moglie e mamma; un donnino piccino con due occhi magnetici che ti inchiodano, che quando scrive si trasforma in una specie di vulcano. Lo zoo è una metafora che va a toccare un tema attuale scottante scomodo e chi più ne ha più ne metta. Qui non si parla solo di disabilità, qui si affonda nell’esaminare chirurgicamente cosa provoca la diversità, nel diverso e in chi ha a che fare col diverso. Fra i sette ci sono un uomo affetto da iperticosi, una donna focomelica, un nano  un ciclope e una sirena. Marilù ci porta dentro il cuore e la mente di segregati e carcerieri; spietata. Ci racconta di come la follia – ammesso che di follia si possa parlare – può arrivare a far considerare degli esseri umani come degli esseri su cui sperimentare il proprio potere sulla natura, di come i diversi nella consapevolezza del loro essere, riescano a trovare spesso un equilibrio che a noi normali sembra impossibile. E invece amano soffrono godono proprio come i normali. Forse è questo che più salta fuori, o resta dentro, dopo la lettura. C’è da dire che il donnino di cui sopra, ha una capacità di scrivere decisamente notevole e una fantasia che le permette di imbastire intorno a delle possibili realtà, delle storie toste toste e con una lievità che ti fa passare tentati omicidi rapimenti e stupri in modo tale che ti indigni solo dopo aver finito il libro. Il messaggio che a me è arrivato forte e chiaro è: smettiamola col buonismo e prendiamo atto che forse, ammettendo che la diversità esiste, possiamo imparare a conviverci serenamente, senza pietismi, facendola diventare una cosa normale. Un libro, tanti registri, con sorpresa finale. Come al solito le trame le trovate sulle quarte, io da parte mia, vi consiglio solo di acquistarlo e leggerlo. Bé ad essere sincera fino in fondo vi consiglio caldamente anche l’antologia contro il femminicidio, i cui proventi sono tutti per il Telefono Rosa, che ha curato, Nessuna più , dove trovate fra gli altri , cito a caso, Berselli Bertuzzi Comastri  de Giovanni De Marco Proietti Mancini Montanari eccetera, e il suo Le sultane, ma quella è un’altra storia (da non perdere)

  • Titolo del Libro: Lo zoo
  • Autore :  Marilù Oliva
  • Editore: Elliot
  • Collana: Scatti
  • Data di Pubblicazione:  Luglio ‘2015
Annunci

4 Risposte to “Hanno aperto le gabbie – Attenti a LO ZOO di Marilù”

  1. Libroguerriero 23 giugno 2015 a 7:04 pm #

    L’ha ribloggato su libroguerrieroe ha commentato:
    Recensione a Lo Zoo di Marilù Oliva: Hanno aperto le gabbie. (by Carla Colledan)

  2. borgiasoul 24 giugno 2015 a 11:35 pm #

    ciao! ti ho nominato per ice cream book tag!
    https://invertiteprospettive.wordpress.com/2015/06/25/ice-cream-book-tag/
    leggi il mio post e continua il gioco, buon divertimento 😀

    • coleichelegge 25 giugno 2015 a 8:19 am #

      Grazie dell’invito ma non ce la posso fare 🙂 Passo l’invito

      • borgiasoul 25 giugno 2015 a 8:21 am #

        Ok, grazie comunque!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

giugno: 2015
L M M G V S D
« Dic   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  
sconsigliletterari

e scelti CONSIGLI. Dai libri all'Indice ai libri al Medio (@libri_al_MEDIO): digitus impudicus. Se l'inverno delle lettere viene, può la primavera essere lontana? (sem.cit. Shelley)

sonoaliena

Quando siete felici, fateci caso (Kurt Vonnegut)

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

aurelioraiola

(no, non è uno scioglilingua)

Gli incroci della Zanca

Ogni giorno incrociamo le vite degli altri: riconoscersi e guardarsi con interesse

Tommaso Aramaico

Lì dove è pieno di nomi propri, c'è un nome che di nessuno è proprio. Chi l'ha scelto? Chi lo subisce? E perché? Meschino.

massimocassani - i romanzi

Di verbi, sostantivi e pochi avverbi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: