Kamasutra? Sì grazie, ma che sia Kevin – Ovvero Berselli it’s back

9 Lug

Cover berselli stampa:Layout 1Un diciassettenne che cita filosofi gruppi musicali storici, che usa parole note solo ai vocabolari e non ha mai fatto sesso, come direbbero a Bergamo, a far sura, gli hanno messo l’apparecchio ai denti – bracket maledizione si chiama bracket – e sua madre gli ha confidato che suo padre naturale è un macho sudamericano e non quello che lui ha sempre chiamato papà, su cui sorvolo per non togliervi il divertimento. Dice ma guarda che io Bers lo seguo su FB, è un pirla dedito al cazzeggio più assoluto, forse anche un maniaco sessuale, dico guarda, da retta, leggilo, ma leggiti tutto. Perché come ebbe a dire lui stesso, scrive cose che nemmeno sa di avere scritto. No non nel senso che soffre di sdoppiamento della personalità (eventualità che non mi sento di escludere comunque) ma nel senso che in quello che può sembrare un librettino divertente sull’adolescenza, ci ha messo dentro tanta di quella roba da paura. Il disagio adolescenziale che poi porta al bullismo, il difficile rapporto dei genitori con se stessi, fra di loro, figuriamoci con i figli. Una scuola che vabbè stendiamo il pietoso velo ma sarebbe meglio un sudario, il sesso la droga e quanto altro vi può venire in mente. Il vero dunque però è come lo fa, con una lievità e una grazia che pochi hanno, sfoggiando una cultura che ti fa venir voglia di sapere le cose, e senza smettere mai di farti ridere o sorridere, sempre al punto giusto. Come un orafo che cesella gioielli o bigiotteria di lusso, senza una sbavatura, neanche minima. Non dimenticatevi però che è lo stesso uomo che ha scritto Non fare la cosa giusta, che in quanto a noir profondità e cattiveria si beve autori internazionali come fossero degli shortini. Insomma, dura poche ore e va bene, però io se fossi in voi, Kamasutra Kevin non me lo perderei.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

luglio: 2016
L M M G V S D
« Giu   Set »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
sconsigliletterari

e scelti CONSIGLI. Dai libri all'Indice ai libri al Medio (@libri_al_MEDIO): digitus impudicus. Se l'inverno delle lettere viene, può la primavera essere lontana? (sem.cit. Shelley)

sonoaliena

Quando siete felici, fateci caso (Kurt Vonnegut)

libroguerriero

se non brucia un po'... che libro è?

aurelioraiola

(no, non è uno scioglilingua)

Gli incroci della Zanca

Ogni giorno incrociamo le vite degli altri: riconoscersi e guardarsi con interesse

Tommaso Aramaico

Lì dove è pieno di nomi propri, c'è un nome che di nessuno è proprio. Chi l'ha scelto? Chi lo subisce? E perché? Meschino.

massimocassani - i romanzi

Di verbi, sostantivi e pochi avverbi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: